Sono oggetto di incentivazione gli interventi di sostituzione generatori inquinanti realizzati in unità immobiliari localizzate nel territorio della regione Lazio.

Per ciascuna unità immobiliare è possibile sovvenzionare un intervento composto da una o entrambe le seguenti tipologie:

  1. “sostituzione delle caldaie a biomassa legnosa”: la rottamazione di vecchi generatori di calore (caldaie, stufe, termocamini, ecc.) alimentati a biomasse legnose (ciocchi, cippato, bricchette, pellets, ecc.) e l’acquisto ed istallazione in loro sostituzione;
  2. sostituzione con un generatore di calore con una potenza termica nominale inferiore a 35 kW alimentato a gas (metano, GPL, etc.);
  3. “installazione di elettrofiltri”: l’acquisto ed installazione di elettrofiltri finalizzata alla riduzione delle emissioni di particolato sottile degli impianti a biomasse

Nei punti precedenti può essere inclusa l’installazione di collettori solari con temperatura di lavoro dell’acqua maggiore di 40°C, con le seguenti efficienze minime:

  • collettore sottovuoto una efficienza non inferiore al 50%;
  • collettore solare piano una efficienza non inferiore al 40%;
  • collettori solari installati devono avere la certificazione UNI EN 12975- 1/22 o UNI EN 12976- 1/2 o in alternativa le norme EN 12975-1/2 o EN 12976-1/2, e la certificazione Solar Keymark

L’importo massimo dei lavori va da 2 000 € a 10.000 € in base alla tipologia con contributo a fondo perduto fino al 60 %.

Maggiori informazioni nella documentazione allegata, oppure contattaci al numero 0744.957610 – 957621 – 956015

link Avviso pubblico LAZIO

Determinazione regione Lazio